#PlasticAware per un futuro #PlasticFree

Nov 21

Scritto da Ilaria Allegra Vanoli

Da qualche mese la nostra azienda è diventata Plastic aware con l'intento di appoggiare le campagne di sensibilizzazione che si stanno sviluppando in molti Paesi europei e mondiali. L'obbiettivo è quello di ambire a un mondo plastic free (liberi dalla plastica), ovvero un mondo in cui la gestione della plastica diventi più consapevole, riducendone il consumo o addirittura eliminandola del tutto.


Cosa intendiamo per plastic free?

Partiamo da un precetto molto importante: pensare ad un mondo senza plastica, almeno nel futuro più immediato, è praticamente impossibile e i motivi sono diversi. 

In primo luogo la plastica è un materiale che impiega centinaia di anni per biodegradarsi e in in secondo luogo, in passato è stata usata e se n'è abusato. Pensate solo agli oggetti usa e getta, ai sacchetti di plastica e alla scorretta gestione del suo fine vita. Inoltre la plastica non degrada, ma si spezzetta fino ad arrivare a dimensioni microscopiche che possono addirittura finire nel nostro cibo e nelle bevande e avere altre conseguenze di cui ancora non conosciamo la complete ripercussione sulla biodiversità

 

41846503_304-1

 

Uno studio della Commissione Europea ha stabilito che oltre l'80% dei rifiuti marini è costituito da plastica. A causa della sua lenta decomposizione, la plastica si accumula nei mari e sulle spiagge del mondo. I residui di plastica vengono ingeriti da diverse specie marine come tartarughe marine, foche, balene, delfini e uccelli ma anche dai pesci e dai crostacei presenti nella catena alimentare umana, andando così a nuocere non solo alla loro salute ma anche alla nostra.

Proprio per questo, è stata emanata dalla Commissione una direttiva che, a partire dal 2021, vieta la produzione e l’uso di articoli in plastica monouso. Il 90% delle bottiglie di plastica dovrà essere ritirato dagli Stati dell’Unione entro il 2029. Inoltre, ogni bottiglia di plastica dovrà essere prodotta con materiale riciclato per almeno il 25% entro il 2025 e il 30% entro il 2030. I prodotti vietati dalla legislazione costituiscono il 70% di tutti i rifiuti marini presenti ora.

 

Perché proprio oggi parliamo di plastic free? 

Queste iniziative partono da un'esigenza di individui che oggi sono strategici e che hanno il potere di cambiare le cose, ovvero le generazioni dei Millennials e della Generazione Z. I cosiddetti Millennials, ovvero i nati negli anni '80 e '90, stanno cambiando le strategie d'acquisti e il loro rapporto con la sostenibilità è molto più stretto rispetto alle generazioni passate. Che si tratti di cibo, moda, viaggi, casa, i Millennials e Generazioni Z sono molto più interessanti al tema del comportamento responsabile nei confronti dell'ambiente. 

Plastic Aware--

Proprio le generazioni di cui sopra sono le sostenitrici di diverse campagne di sensibilizzazione e degli scioperi che hanno coinvolto le scuole di diverse città europee sotto il nome #FridayForFuture. Inoltre l'Italia è il primo paese nel mondo in cui la sostenibilità ambientale sarà insegnata nelle scuole statali.

 

Cosa abbiamo deciso di fare in Elmec?

Da sempre la nostra realtà è vicina al territorio e alla natura. Ci siamo impegnati ad operare tecnologie ecofiendly per il nostro data center, abbiamo introdotto stampanti che limitano il consumo di carta e rendono consapevoli i nostri consumer e abbiamo pensato ad un nuovo edificio intelligente che controlla i consumi di energia.

È venuto quindi spontaneo, mesi fa, decidere di promuovere iniziative che hanno come obiettivo quello di renderci più consapevoli di fronte al consumo della plastica e affrontare il tema del problema ambientale legato a questo materiale.

 

2019-09-02 Plastic Aware 4

 

Siamo convinti che un comportamento cosciente e consapevole possa aiutare a diminuire in modo molto significativo l’uso e lo spreco di oggetti di plastica non riutilizzabile. È una sollecitazione per ridurne il consumo, sostituendo la plastica laddove esistano alternative valide e più sostenibili e attuando una corretta gestione di ciò che ancora resta non riutilizzabile attraverso la raccolta differenziata, il riciclo e il reimpiego della materia seconda che ne deriva.

Vogliamo creare una cultura condivisa, diventando un punto di riferimento a livello di best practice per i nostri clienti, i nostri collaboratori, la comunità e il territorio. Nelle nostre sedi, tutti i bicchieri di plastica dei distributori dell’acqua sono stati sostituiti con bicchieri di plastica rigida riutilizzabile. Anche i bicchierini e i cucchiaini dei distributori di bevande calde sono stati rimpiazzati da soluzioni totalmente biodegradabili. Inoltre, abbiamo favorito la raccolta differenziata con cartelli che aiutano a smaltire i rifiuti nel modo più corretto.

2019-09-02 Plastic Aware 2

 

Abbiamo suggerito tre semplici regole da seguire per rendere il nostro luogo di lavoro più ecofriendly:

RIDUCI, RICICLA, RIUSA.

Essere #PlasticAware non è semplice, ma ognuno di noi può dare il proprio contributo tenendo sempre a mente questi pochi e fondamentali punti chiave per aiutare così il nostro pianeta ad essere più pulito e meno inquinato, per un futuro #PlasticFree.

Scopri tutte le nostre iniziative nel Rapporto di sostenibilità 2019!

 

dem-plastic-aware